Le destinazioni preferite dagli italiani per la settimana bianca in Italia

Per i patiti degli sport invernali, momondo ha stilato la classifica delle destinazioni nazionali preferite dagli italiani per la settimana bianca. Sul podio Bolzano, Merano e Cortina d’Ampezzo. Chilometri di piste sciistiche da battere e non solo: ognuna di queste cittadine offre anche tanto altro da vedere e fare.

Bolzano

Sciare, ma anche passeggiare sulla neve: tutto è possibile!

Bolzano è il capoluogo dell’omonima provincia autonoma, la più settentrionale d’Italia. Un soggiorno da queste parti è perfetto per chi vuole sciare e al contempo passare delle giornate in un contesto rilassante. Non perdetevi il duomo in stile gotico e romanico, il Museo Archeologico, i tanti castelli nei dintorni e la cucina altoatesina (l’Alto Adige vanta 20 stelle Michelin). Per le piste da sci c’è l’imbarazzo della scelta: Obereggen e Nova Levante – Carezza sono le località sciistiche raggiungibili in meno di mezz’ora dal centro.

Trova un hotel a Bolzano

Merano

Inverno incantato nella cittadina di Merano

Dopo Bolzano, Merano è il posto più popolato della provincia e il più amato dagli sciatori italiani. A pochi minuti dalla città trovate la stazione a valle della funivia del complesso Merano 2000, con quaranta chilometri di piste. Potete sciare, slittare, fare snowboard ed escursioni con le ciaspole, praticare lo scialpinismo, rifocillarvi in baita e provare l’Alpin Bob, lo slittino su rotaie che scende dalla stazione a monte. Il centro storico della città, poi, è un gioiellino tutto da scoprire. E per chi vuole regalarsi un po’ di coccole, le Terme di Merano sono un’oasi di puro relax e benessere.

Trova un hotel a Merano

Cortina d’Ampezzo

Una splendida giornata in quel delle Alpi Ampezzane

È la regina delle Dolomiti, la cui fama internazionale è dovuta in gran parte alle sue panoramiche piste: Cortina d’Ampezzo, situata nella provincia di Belluno in Veneto, è teatro di numerosi eventi sportivi invernali (vi si svolgeranno i Campionati mondiali di sci alpino del 2021) e una destinazione top per i patiti della neve. Da novembre a inizio maggio, qui si sfreccia incessantemente sui 120 chilometri di piste del comprensorio sciistico, che offre moltissime possibilità sia per i principianti che per i professionisti. Il paesaggio attorno al paese, posizionato al centro della Conca d’Ampezzo, è incantevole: non a caso numerosi film sono stati girati a Cortina. E la cucina è una vera delizia: provate i chenedi (variante ampezzana dei canederli tirolesi) e i casunzei (mezzelune di pasta ripiena).

Trova un hotel a Cortina d’Ampezzo

Madonna di Campiglio

Escursione sulla neve a Madonna di Campiglio

Nella classifica delle destinazioni preferite dagli italiani per la settimana bianca non poteva mancare Madonna di Campiglio, adagiata a 1.550 metri di altitudine nella provincia di Trento, tra le Dolomiti di Brenta e le Alpi dell’Adamello e della Presanella. Lanciata turisticamente a metà dell’Ottocento, si affermò in breve come meta di soggiorno per la nobiltà e la ricca borghesia austriaca e mitteleuropea. Un secolo dopo furono realizzati i primi impianti. Oggi la località fa parte della SkiArea Campiglio Dolomiti di Brenta e gli impianti di risalita che portano alle aree sciistiche non si contano. Se decideste di partire a inizio marzo, non perdetevi il Carnevale asburgico, che vi riporterà ai tempi dell’imperatore Francesco Giuseppe e della sua consorte Sissi.

Trova un hotel a Madonna di Campiglio

Livigno

Pausa relax al punto di ristoro in quota

Livigno, in provincia di Sondrio (Lombardia) vicino al confine con la Svizzera, è un comune dell’Alta Valtellina a oltre 1.800 metri di quota, ragione per cui le condizioni della neve sono ottimali anche a stagione inoltrata e raramente si ricorre all’innevamento artificiale. “Piccolo Tibet” è il suo soprannome, per via del clima rigido durante l’inverno, ma gli impianti coperti (seggiovie e cabinovia ad agganciamento automatico) non fanno patire il freddo. Nella skiarea di Livigno sono presenti vari snowpark con ostacoli e le piste arrivano a 2.900 metri di quota. Non ci si annoia, insomma, e trattandosi di un porto franco, la cittadina è perfetta anche per chi vuole dedicarsi a un po’ di shopping. Non perdetevi il museo MUS!, che racconta le radici contadine del territorio.

Trova un hotel a Livigno

Sestriere

Sestriere, una località nata per gli sciatori

C’è un località sciistica che ha un’altitudine ancora più elevata di Livigno: Sestriere, nella città metropolitana di Torino. Con i suoi 2.035 metri sopra il livello del mare, è il comune più alto d’Italia. Creata dalla famiglia Agnelli negli anni Trenta, si trova sul colle omonimo che collega la Val Chisone e la Valle di Susa, fa parte del comprensorio della Via Lattea ed è teatro di molte competizioni internazionali. Offre piste ad altissimo livello (Banchetta, Sises e Fraiteve, per esempio): potrete anche sciare in notturna su una pista olimpica illuminata e fare escursioni con i cani da slitta nordici. Sono oltre 30 i rifugi in quota della Via Lattea: deliziatevi con le cajettes (sorta di gnocchi) e con il bruss, un derivato del latte dal gusto unico.

Trova un hotel a Sestriere

Bormio

Se oltre allo sci amate la buona cucina, anche Bormio, nella provincia di Sondrio in Lombardia, è un’eccellente destinazione in cui trascorrere la settimana bianca. Piatti fumanti di polenta taragna, pizzoccheri, l’ottima bresaola e in generale tutti i sapori della Valtellina sapranno accontentare anche i palati più esigenti. Situata nel Parco nazionale dello Stelvio, ha un panorama incantevole. L’area sciistica Bormio Ski offre tracciati tecnici e spettacolari (come la pista Stelvio) e un dislivello che non ha eguali su tutte le Alpi: una picchiata di 1.800 metri, dalla Cima Bianca (3.012 metri) a Bormio paese (1.225). E non dimenticate di godervi i rinomati stabilimenti termali della città.

Trova un hotel a Bormio

Courmayeur

Ammirare il Monte Bianco: un’emozione unica

Courmayeur, in Valle d’Aosta, sorge ai piedi del Monte Bianco, vale a dire la montagna più alta d’Italia e dell’Europa centrale, pertanto il comune non poteva mancare nell’elenco delle destinazioni predilette per lo sci. In particolare, grazie alla funivia SkyWay Monte Bianco, potrete raggiungere il cuore del massiccio: dalla terrazza circolare di Punta Helbrenner si gode di una vista a 360 gradi sull’arco alpino (Cervino, Monte Rosa e Gran Paradiso compresi) e vi sembrerà di toccare la vetta del Monte Bianco e il cielo con un dito. Le piste della skiarea Courmayeur Mont Blanc sono più di trenta e per tutti i gusti. Se decideste poi di tornare da queste parti in estate, visitate il Giardino botanico di Saussurea, che si raggiunge dalla seconda stazione della SkyWay.

Trova un hotel a Courmayeur

Selva di Val Gardena

L’area della Sellaronda è un paradiso per chi ama gli sport invernali

Selva di Val Gardena è una località della provincia di Bolzano inserita nel circuito Sellaronda, il giro sciistico dei quattro passi dolomitici Sella, Pordoi, Campolongo e Gardena, che si snoda attorno al massiccio del Sella attraversando le valli ladine: Val Gardena, Alta Badia, Arabba e Val di Fassa, con una molteplicità di impianti di risalita e discesa. Partendo da Selva, si può coprire una distanza di 40 chilometri, di cui 26 di piste. Inutile dire che lo scenario dello skitour è da sogno.
Da vedere: i ruderi di Castel Wolkenstein, costruito attorno al XIII secolo nel mezzo di un crepaccio di roccia dolomitica, Castel Gardena e la chiesa parrocchiale di Santa Maria Assunta.

Trova un hotel a Selva di Val Gardena

Bressanone

La sempre animata piazza del Duomo di Bressanone

Bressanone chiude la carrellata delle destinazioni preferite dagli italiani per la settimana bianca in Italia. Dopo Bolzano e Merano, è il comune più popoloso della zona altoatesina. Ha un suggestivo centro storico circondato da un’antica cinta muraria e caratterizzato da porte, portici, castelli, ponti e fontane. Un posto fiabesco che vi regalerà tante sorprese, squisita cucina in primis (pensate ai canederli, agli spätzle e ai dolci quali lo strudel e gli straben). E piste da sci di vari livelli, naturalmente, che si snodano a qualche chilometro dal centro nel comprensorio Plose, tra i più soleggiati dell’Alto Adige. Da segnalare la pista Trametsch, una discesa di 9 chilometri e 1.400 metri di dislivello.

Trova un hotel a Bressanone

Correlati